Vai alla Home Page
29 agosto 2015
   
 
LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE
 
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
 
SAPERE DOVE E COME
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
PER GLI OPERATORI
 
PER LE IMPRESE E I FORNITORI
 
COMUNICATI STAMPA
 
 
 
CUP - Centro unico di prenotazione
 
URP - Ufficio relazioni con il pubblico
 
Numeri verde
 
Sportello virtuale
 
Guide ai servizi
 
Percorsi assistenziali
 
Carta sanitaria elettronica
 
 
 

 

 
 
SAPERE DOVE E COME > Come fare per > A come Assistenza Protesica 
 
Assistenza Protesica
 
 
Cos’è
Il Servizio Sanitario Nazionale garantisce ai cittadini affetti da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali l’erogazione di protesi, ortesi e ausili (pannoloni, cateteri, carrozzine, letti, materassi antidecubito, montascale, ecc.), indicati nel Nomenclatore Tariffario, approvato con decreto del Ministero della Sanità n. 332 del 27 agosto 1999, al fine di sopperire alla perdita di abilità causata da un evento invalidante, favorendo l’acquisizione di una maggiore autonomia funzionale del paziente.
 
Aventi diritto
Possono accedere al servizio di assistenza protesica i pazienti, residenti nel territorio di competenza della Asl 9, che presentano una delle seguenti condizioni:
 
a. Invalidi civili, di guerra, per servizio; privi della vista , sordi; minori che necessitano di interventi di prevenzione, cura e riabilitazione a seguito di evento invalidante;

b. Pazienti in attesa di riconoscimento dell’invalidità civile, già sottoposti a visita di accertamento da parte della Commissione Medica della Asl 9 e ai quali è stata riscontrata una menomazione che comporta una riduzione della capacità lavorativa superiore a un terzo;

c. Pazienti che necessitano di assistenza continua quindi in possesso dei requisiti per il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento;

d. Pazienti laringectomizzati, tracheotomizzati, urostomizzati; pazienti amputati di arto; donne che hanno subito un intervento di mastectomia; pazienti che hanno subito un intervento di enucleazione dell’occhio limitatamente ai presidi correllati;

e. Ricoverati in struttura sanitaria accreditata, pubblica o privata, per i quali lo specialista dell’Unitá Operativa certifichi la contestuale necessità e urgenza dell’applicazione di protesi, ortesi o di un ausilio, prima della dimissione.

Nei casi d) ed e) é necessaria la presentazione preventiva della certificazione medica specialistica e l’avvio della procedura per il riconoscimento dell’invalidità civile.

f. Cittadini stranieri regolarmente iscritti al SSN italiano che si trovano in una delle condizioni di cui sopra. 
 
 Come si ottengono protesi, ortesi, ausili
Procedura di richiesta
Per richiedere protesi, ortesi e ausili occorre presentare all’Ufficio assistenza protesica la seguente documentazione:
 
-   prescrizione del medico specialista del SSN a cui si accede mediate richiesta del Medico di Medicina Generale e appuntamento attraverso CUP;
 
-   copia del verbale di accertamento di invalidità civile, di guerra o per servizio ovvero certificazione attestante la condizione di paziente in attesa di riconoscimento

Per letti ortopedici con sponde, carrozzine comode da interni, materassi antidecubito, la proposta di prescrizione  può essere redatta, oltre che dal medico specialista, anche dal proprio medico di medicina generale.

L’Ufficio assistenza protesica si occupa anche dell’espletamento delle procedure di richiesta per la fornitura di dispositivi per assistenza respiratoria domiciliare (ventilatori polmonari, concentratori di ossigeno, aerosol per pazienti affetti da fibrosi cistica).
 
Coordinatore Aziendale Dr. Francesco Maria Gorini 
 
Sedi aziendali: 
 
COME SI OTTENGONO APPARECCHI ACUSTICI
L'assistito deve essere stato riconosciuto invalido dalla competente Commissione medica che certifica  che la persona è  affetta da ipoacusia ( dx, sx o bilaterale). Ai fini della fornitura dell’apparecchio non rileva la percentuale di invalidità riconosciuta. Qualora l’assistito non sia ancora in possesso dell'invalidità, è necessario presentare domanda all'INPS (si rammenta che dal 1° gennaio 2010 le  competenze in materia sono transitate dall’ASL all’INPS), allegando il certificato del medico curante,  codice della/e patologia/e e ogni altro documento ritenuto utile al riconoscimento  dell'invalidità.
Munito dell’attestato di invalidità l'assistito dovrà quindi recarsi dallo Specialista di struttura pubblica (Otorino) che dopo valutazione del caso richiederà su apposito modulo l'apparecchio.  Tale richiesta dovrà essere presentata all’Ufficio Assistenza Protesica del Distretto di residenza dell’assistito  per la necessaria autorizzazione.
Con il modello autorizzato l'assistito si recherà presso un centro convenzionato con la ASL  che fornirà l'apparecchio acustico prescritto dal medico specialista, senza nessuna spesa a suo carico. 
 
 
 
 
 
 
Posta elettronica certificata
 
Decertificazione adempimenti
 
 
Scuola di robotica di Grosseto
 
 
Monitoraggio tempi di attesa Albo on line Avvisi aziendali Operazione trasparenza Privacy
 
 
HOME  -  CONTATTI  -  MAPPA DEL SITO  -  URP  -  PRIVACY  -  NOTE LEGALI  -  ELENCO SITI TEMATICI            CREDITS
 
Azienda USL 9 di Grosseto - Via Cimabue, 109 - 58100 Grosseto - Centralino 0564 485111 - Fax 0564 485991 - C.F. 00315940536