Vai alla Home Page
24 novembre 2017
   
 
LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE
 
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
 
SAPERE DOVE E COME
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
PER GLI OPERATORI
 
PER LE IMPRESE E I FORNITORI
 
COMUNICATI STAMPA
 
 
 
CUP - Centro unico di prenotazione
 
URP - Ufficio relazioni con il pubblico
 
Numeri verde
 
Sportello virtuale
 
Guide ai servizi
 
Percorsi assistenziali
 
Carta sanitaria elettronica
 
 
 

 

 
 
SAPERE DOVE E COME > Percorso Nascita - Carta dei Servizi 
 
Informazioni da assicurare ad ogni donna che accede ai nostri Punti Nascita
 
 
Il percorso nascita inizia sul territorio con la consegna del libretto regionale della gravidanza, momento in cui vengono fornite sia le informazioni relative alle modalità di accesso alle strutture ospedaliere e territoriali sia le informazioni relative ai tests di screening e diagnostici previsti dal protocollo della gravidanza fisiologica: tale percorso è descritto in 9 tappe  all’interno di un opuscolo informativo  distribuito a tutte le donne dal titolo guida al percorso nascita.

Sono offerti corsi di accompagnamento alla nascita (CAN) rivolti alla donna e alla coppia e hanno la finalità di informazioni sulla gravidanza, travaglio puerperio allattamento e nozioni di puericultura.

Durante i corsi sono previsti anche incontri tematici con il ginecologo, il pediatra ospedaliero, il pediatra di famiglia, lo psicologo oltre alle ostetriche.
Per tutte le donne gravide è previsto un ambulatorio e una accettazione ostetrica con accesso diretto in reparto. E’ presente un pronto soccorso ostetrico dedicato.

Il team ostetrico sempre presente è stabilito dai turni di guardia e prevede sempre la presenza di almeno un ginecologo, un’ostetrica, un pediatra e un OSS.

I tipi di parto offerti sono molteplici: travaglio in acqua,parto in posizioni libere con la possibilità di utilizzo di tecniche di controllo e di gestione del dolore, naturali o/e farmacologiche come l’epidurale.

Nel punto nascita è attiva la procedura di analgesia inalatoria con protossido.
Dopo la dimissione le donne possono avere sostegno all’allattamento al seno rivolgendosi all’ambulatorio dedicato gestito dalle ostetriche presso i consultori. Le ostetriche consultoriali riceveranno informazioni sulla mamma e sul neonato, da prendere in carico, tramite la scheda di dimissione ostetrica informatizzata in rete Ospedale-Territorio.

Vi è un protocollo aziendale sull’allattamento al seno condiviso tra l’ospedale, il territorio e i pediatri di famiglia.

Dall’anno 2000 è stata istituita la Banca del Latte la cui presenza ha consentito l’uso del latte materno ai prematuri ricoverati in Patologia Neonatale, quando non sufficiente quello della madre, e ha sviluppato la cultura presso le nostre partorienti dell’importanza del latte materno.

Esiste la possibilità di un supporto psicologico per la gravidanza e puerperio con il servizio di psicologia territoriale ed è attivo il servizio sociale ospedaliero.

Nell’ambito dei CAN e nel percorso della gravidanza vengono fornite informazioni sulla possibilità di donazione del sangue cordonale.

Per le donne di diversa etnia e con problemi linguistici c’è la possibilità di usufruire di una mediazione culturale ed è stato creato materiale informativo in varie lingue.
 
 
 
 
 
 
Posta elettronica certificata
 
Decertificazione adempimenti
 
 
Scuola di robotica di Grosseto
 
 
Monitoraggio tempi di attesa Albo on line Avvisi aziendali Operazione trasparenza Privacy
 
 
HOME  -  CONTATTI  -  MAPPA DEL SITO  -  URP  -  PRIVACY  -  NOTE LEGALI  -  ELENCO SITI TEMATICI            CREDITS
 
SEDE LEGALE: via Curtatone, 54 Arezzo 52100 Arezzo P.I. e C.F.: 02236310518
SEDE OPERATIVA GROSSETO: via Cimabue, 109 58100 Grosseto centralino: 0564 485111
PEC: ausltoscanasudest@postacert.toscana.it